Neurofeedback dinamico o neurofeedback non lineare

Cos'è e cosa non è


Ultimamente alcuni pazienti ci hanno riferito di aver trovato in internet un nuovo e più avanzato tipo di neurofeedback che garantirebbe migliori risultati del neurofeedback 'tradizionale'. Da professionisti del settore ci siamo incuriositi e abbiamo fatto una ricerca che ci ha consentito di campire molte cose interessanti su questo metodo, informazioni che riteniamo utile pubblicare.

Il neurofeedback 'dinamico' o 'non lineare' è un sistema di neurofeedback realizzato da una ditta privata che, in modo del tutto autoreferenziale, ha deciso di denominare in quel modo. 

A detta dei sostenitori, nonostante la totale assenza di studi scientifici, il neurofeedback dinamico è più avanzato del neurofeedback scientifico che invece, paradossalmente, è fondato su una robusta sperimentazione scientifica e che, per tale ragione, definiamo neurofeedback scientifico o standard proprio per distinguerlo dal neurofeedback 'dinamico'.

Superando faticosamente la mole di informazioni vaghe sul neurofeedback 'dinamico', da un'analisi attenta siamo riusciti ad individuare le caratteristiche salienti di questo metodo 'avanzato' e le abbiamo messe a confronto con le caratteristiche del più noto (e più accessibile) neurofeedback scientifico/standard, sintetizzando i dati nella tabella sottostante.

 


Neurofeedback scientifico/standard vs. neurofeedback dinamico

Tabella comparativa


 

 

Neurofeedback Scientifico/Standard

Neurofeedback dinamico

Si avvale di dispositivi ad uso medico

Si.

CE Medical certification

FDA certification

Non è un dispositivo

medico

Utilizzabile per patologie

Si

(dimostrato)

No

Ottimizzazione funzionamento cerebrale

Si

(dimostrato)

(?)

Potenziamento abilità cognitive

Si

(dimostrato)

(?)

Misurazioni al secondo

2048

256

Risoluzione temporale variazioni onde EEG

Molto elevata

Bassa

Giochi neurofeedback guidati per bambini e adulti

Si

Molto efficaci per ADHD

No

Feedback visivo

Si

Video, grafici, animazioni, game

No

Feedback sonoro

Si. Musica o suoni a scelta.

Si. Musica

Svolto da un professionista   sanitario

(psicologo, medico)

Si

Vincolo deontologico e legale obbligatorio.

No

Nessun vincolo deontologico richiesto.

Valutazione EEG personalizzata

Si

?

Valutazione EEG automatica

Si

Si

Confronto con database normativo* (‘lineare’)

Si

No

Confronto tra le onde EEG prodotte dal singolo individuo (‘non-lineare’)

Si

Automatico e/o controllato dal professionista sanitario

Si

Solo automatico

Valutazione Psicofisiologica

Si

No

“Dice al cervello” come autocorreggersi

Si

(?)

Punta a stabilizzare l’attività delle onde EEG su valori normali

Si

(?)

Posizionamento dei sensori su diverse aree cerebrali in base al problema e agli studi scientifici

Si

No

Validità scientifica

Elevata

Assente/insufficiente

Numero di studi scientifici peer reviewed (Pubmed) 

Migliaia

(più di 3500 su Pubmed)

Nessuno

Numero di sedute

Variabile

Variabile

Costo a seduta

 60 euro

 ?

Effetti collaterali

Nessuno

?

 

Tutti i punti interrogativi che si trovano nelle caselle relative al neurofeedback 'dinamico' sono dovute all'assenza di una sperimentazione peer reviewed (scientificamente valida).

Da tale confronto emerge che i dati disponibili sul neurofeedback 'dinamico' non consentono neanche un vero confronto e che ad oggi, esiste solo un tipo di neurofeedback vero e proprio, il neurofeedback scientifico che è utilizzabile sia per ottimizzare l'attività EEG, sia per potenziare le abilità cognitive, sia per trattare disturbi specifici (es. ADHD/ADD) e che è riconosciuto dalla comunità scientifica.

La cosa più importante è che il neurofeedback 'dinamico' non è supportato da studi scientifici attendibili; la sua efficacia cioè non è mai stata scientificamente e seriamente dimostrata. La stessa casa produttrice o i suoi rivenditori dichiarano che quel sistema non deve essere usato per il trattamento di disturbi della salute. 

Il neurofeedback scientifico/standard invece è una scienza e, come tale, è basato sulla sperimentazione scientifica; facendo una semplice ricerca su Pubmed (il 'Google' delle ricerche medico-scientifiche usato dai ricercatori di tutto il mondo), risultano esserci più di 3 mila e 500 studi scientifici sul metodo del neurofeedback scientifico (o EEG-Biofeedback) pubblicati sulle riviste scientifiche di rilevanza, ossia riviste che pubblicano solo studi scientifici condotti con il necessario rigore scientifico e 'peer reviewed' (ricorda bene questo termine!), ossia sottoposti a controlli incrociati svolti da esperti del settore cui si riferisce ogni singolo articolo e che garantiscono un alto livello di scientificità della ricerca e attendibilità dei risultati.

Un sistema di neurofeedback scientifico professionale misura l'attività EEG non 256 volte al secondo (come il neurofeedback 'dinamico'), ma da 1024 a 2048 volte al secondo! Solo i sistemi più antichi forse hanno una frequenza di campionamento (sampling rate) per l’EEG di 256. Gli esperti del settore lo sanno bene.

In realtà, come si può vedere dalla tabella (che chiunque, con un po di pazienza, può verificare) il neurofeedback dinamico è assai meno avanzato e meno preciso del neurofeedback scientifico, tant'è che i dispositivi di cui si avvale il neurofeedback 'dinamico':

  • non sono dispositivi medici (non hanno le certificazioni CE Medical e FDA);
  • hanno prestazioni basse (sample rate di 256 contro i 2048 del NF standard);
  • non possono essere usati per trattare disturbi, patologie e qualsiasi condizione che abbia a che fare con la salute fisica e psichica, incluso l'ADHD/ADD;

Inoltre, chiunque può proporre questo metodo, senza neanche la necessità di una laurea in psicologia o in medicina, anche persone non vincolate ad un codice deontologico: la cosa grave è che in rete si trova anche chi dichiara che il metodo è efficace nella cura di disturbi seri, come l'ADHD, nella totale assenza di studi scientifici.

Al contrario, il neurofeedback scientifico/standard si avvale di dispositivi medici professionali tecnologicamente assai più avanzati e precisi (10 volte più precisi) e può essere praticato solo da professionisti sanitari (psicologi o medici), solo per il trattamento di alcuni disturbi (es. ADHD, Epilessia, Depressione) o condizioni (stress), ma non per altri (es. cefalee).